Consiglio di Classe

                                                                                                  

   Il  Consiglio   di  classe   è  composto da tutti i docenti della classe e da quattro rappresentanti dei genitori; le riunioni del Consiglio sono presiedute dal Dirigente Scolastico o dal docente coordinatore da lui delegato, scelto tra i componenti il Consiglio stesso.

   Il Consiglio di Classe ha il compito di programmare, monitorare e verificare l'azione educativo - didattica per la classe e di valutare i risultati raggiunti dai singoli alunni; inoltre, può formulare proposte in ordine all'azione educativa e didattica e a iniziative di sperimentazione al Collegio dei Docenti, nonché agevolare ed estendere i rapporti tra docenti, genitori ed alunni.

Fra le mansioni del Consiglio di classe rientra anche quello relativo ai provvedimenti disciplinari a carico degli studenti.

 

PROSPETTO PROVVISORIO COORDINATORI E SEGRETARI  a. s. 2016/201

NOMINA COORDINATORI E SEGRETARI A.S. 2016/17

COMPITI DEL RAPPRESENTANTE DI CLASSE DEI GENITORI

Il rappresentante di classe ha il diritto di:

  • farsi portavoce di problemi, iniziative, proposte, necessità della propria classe presso il Consiglio di cui fa parte, presso i propri rappresentanti al Consiglio di Istituto e presso il Comitato Genitori;
  • informare i genitori, mediante diffusione di relazioni, note, avvisi o altre modalità, previa richiesta di autorizzazione al Dirigente Scolastico, circa gli sviluppi di iniziative avviate o proposte dal corpo docente, dal Consiglio di Istituto, dal Comitato Genitori;
  • ricevere le convocazioni alle riunioni dei Consigli di classe con almeno 5 giorni di anticipo;
  • convocare l'assemblea della classe che rappresenta qualora i genitori la richiedano o egli lo ritenga opportuno. La convocazione dell'assemblea, se questa avviene nei locali della scuola, deve avvenire previa richiesta indirizzata al Dirigente Scolastico in cui sia specificato l'ordine del giorno;
  • avere a disposizione dalla scuola il locale necessario alle riunioni di classe, purchè in orari compatibili con l'organizzazione scolastica;
  • accedere ai documenti inerenti la vita collegiale della scuola (verbali ecc..);
  • essere convocato alle riunioni del Consiglio in cui è stato eletto in orario compatibile con gli impegni di lavoro.

Il rappresentante ha il dovere di:

  • conoscere il Regolamento di Istituto;
  • conoscere i compiti e le funzioni dei vari Organi Collegiali della Scuola;

Il rappresentante dei genitori NON ha il diritto di:

  • occuparsi di singoli casi;
  • trattare argomenti di esclusiva competenza degli altri Organi Collegiali, ad esempio quelli inerenti la didattica e il metodo di insegnamento;
  • farsi promotore di collette o gestire un fondo cassa della classe.

i rappresentanti dei genitori vengono eletti nel corso di assemblee convocate dal Dirigente Scolastico.

Per il Consiglio di Istituto, sia in caso di rinnovo dell'organo, giunto alla scadenza triennale, sia in caso di prima costituzione, le elezioni vengono indette dal Dirigente Scolastico. Le operazioni di votazione devono svolgersi in un giorno festivo dalle ore 8.00 alle ore 12.00 e in quello successivo dalle ore 8.00 alle ore 13.00, entro il termine fissato dai direttori degli Uffici Scolastici Regionali. Il Consiglio di Istituto, a sua volta, elegge al suo interno la Giunta Esecutiva.

PROSPETTO GENITORI RAPPRESENTANTI DI CLASSE A.S. 2018/2019 (Proclamazione eletti)

PROSPETTO GENITORI RAPPRESENTANTI DI CLASSE A.S. 2017/2018 (Proclamazione eletti)

PROSPETTO  GENITORI RAPPRESENTANTI  DI CLASSE  A.S. 2016/2017 (Proclamazione eletti)